Google ha annunciato l’apertura ad Accra (Ghana) di un centro di ricerca sull’Intelligenza Artificiale.

Nella nota diffusa si sottolinea l’impegno a:

collaborare con le università locali e con i centri di ricerca, ma anche con le istituzioni per gli usi potenziali di questo tipo di tecnologia in Africa

Non è un mistero che i giganti del web (statunitensi e cinesi) guardino all’Africa con grande interesse.

Un continente di millennials (età mediana: 19,5 anni), in piena espansione demografica, garantisce le basi per “salti” tecnologici rispetto al percorso lineare del vecchio Occidente.

Si tratta del cosiddetto leapfrogging

Google, che da tempo offre formazione a sviluppatori tramite Launchpad Accelerator Africa e incuba ogni anno 12 startup africane ha già quattro uffici nel continente:

  • Johannesburg (Sudafrica)
  • Nairobi (Kenya)
  • Lagos (Nigeria)
  • Dakar (Senegal)

Il centro dedicato all’Intelligenza Artificiale di Accra sarà il numero 15 di Google nel mondo. Il primo in assoluto nel continente africano:

google intelligenza artificiale ghana

Anche in Africa la crescita dell’IA porta con sè timori per le ricadute occupazionali. Ma se da un lato porterà alla graduale scomparsa dei lavori ripetitivi, dall’altro creerà altre opportunità, legate a innovazione e creatività.

L’impatto diretto sul PIL africano è stimato in 1,2 trilioni di dollari (rispetto ai 15 trilioni a livello globale) entro il 2030.

Ti interessa sviluppare progetti tecnologici in Africa? Entra in Vadoinafrica: Networking Group